X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES SCOPRI L'INFORMATIVA SUI COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy
Revelation of Beauty
Data
28/09/2022
Data fine
18/12/2022
Luogo
Bellinzona
CULTURA - Mostre
PIER GIORGIO DE PINTO - REVELATION OF BEAUTY
25 settembre - 18 dicembre 2022
Museo e Centro d'Arte Contemporanea, Bellinzona

Mai come in questo momento storico, contraddistinto dalla perdizione in generale, l'arte assume un valore universale di bellezza, incarnando anche quel vettore politico più o meno intrinseco, in grado di risvegliare una benché minima coscienza critica nell'autore e spettatore. La metamorfosi di una guerra civile in qualcosa di mondiale verso un ordine più grande di noi ci spinge giocoforza a una maggiore riflessione dell'arte e dei linguaggi artistici all'interno del già provato panorama globale.

Pier Giorgio De Pinto (1968) tenta di farlo con la sua ennesima personale titolata LA RIVELAZIONE DELLA BELLEZZA. E lo fa senza staccarsi dal suo reale di tutti i giorni, tentando di traslare una quotidianità ormai senza voce e ascoltatori verso "un quotidiano sontuoso", come egli stesso afferma. L'artista svizzero lo fa con una mostra sorprendente, interamente dedicata – in apparenza – alla pittura, con opere prevalentemente su carta realizzati con gouache, acquerello e matite, e laddove il processo produttivo diventa concettualmente l'opera, e l'opera stessa lo scrigno, che custodisce l'approccio umile e grandioso al quotidiano, restituito visivamente con devozione per rivelare un principio di malinconica bellezza e muoversi all'interno di un'esperienza quotidiana – come bene afferma lo stesso autore – veicolata dalle molteplici trame della pittura, dall'armonia dei soggetti e da un insieme di ritmi generati dall'atto del disegnare; ogni elemento è chiamato a prendere forma all'interno della composizione.

Qui il sontuoso diventa quella preziosità il cui valore risiede nell'intenzione con cui è percepito o mostrato. Rivelare bellezza per celebrare, tutti e contemporaneamente, i misteri dell'esistenza attraverso una rianalisi e rielaborazione del vedere risvegliando l'esercizio della messa a fuoco dell'atto stesso del guardare e del vedere.


Inaugurazione: sabato 24 settembre ore 17:30

Evento organizzato da:
Museo e Centro d’Arte Contemporanea Ticino
Share:
Filtra eventi
ISCRIVITI
ISCRIVITI